Porzione di zucchero bianco (scatto ravvicinato dettagliato; messa a fuoco selettiva) su sfondo di legno

Lo zucchero può accelerare l'invecchiamento?

È la sabbia dello zucchero? Alcuni importanti ricercatori ritengono che questo dolcificante naturale potrebbe non solo accelerare, ma addirittura causare. Povero zucchero, è stato incolpato di quasi tutto, dal sovrappeso al diabete. A questa lunga lista, potremmo finalmente aggiungere un'altra causa di preoccupazione. Un improvviso afflusso di zucchero nel flusso sanguigno potrebbe accelerare il processo di invecchiamento.

Cominciamo

I primi sospetti sono emersi circa 15 anni fa, quando il lavoro sulla connessione di invecchiamento dello zucchero inizia in un laboratorio di biochimica della salute alla Rockefeller University di New York City, dove Anthony Cerami, Ph, D., e i suoi colleghi continuano a perseguire il ruolo dello zucchero nel processo di invecchiamento. È stato Cerami a notare che l'identico processo chimico che crea una striscia che si indurisce e si sfalda con il raffreddamento - una reazione spontanea tra glucosio e proteine nota come "reazione di imbrunimento" - si verifica nelle cellule umane, soprattutto con l'età. Infatti, l'approvazione per pubblicizzare un farmaco progettato per fermare questa risposta è forse due o tre decenni lontano.

Col tempo, potrebbe aiutare a risolvere molti problemi legati all'età, dalle rughe alla cataratta a particolari tipi di cancro. Secondo Cerami, lo zucchero è tra i colpevoli che mettono in moto il processo. Il glucosio è la fonte di energia fondamentale per gli esseri umani, la sostanza chimica in cui le nostre cellule sono costantemente immerse per tutta la vita.

Nutrizione

La maggior parte del cibo che mangiamo viene scomposto in zucchero e zuccheri. Per capire come lo zucchero potrebbe contribuire a innescare il problema dell'invecchiamento Cerami ha esaminato come una quantità extra di zucchero agisce nel diabete, perché i diabetici hanno la tendenza a sopportare complicazioni legate all'età - come l'aterosclerosi, la cataratta e la rigidità delle articolazioni - molto prima di molte persone. Quando il glucosio entra nel flusso sanguigno dall'intestino, lo stesso viene assorbito dalle cellule e usato come carburante; il resto viene immagazzinato come glicogeno nel fegato e nei muscoli, o viene convertito in grasso e immagazzinato nelle cellule adipose fino a quando il corpo ne ha bisogno.

In condizioni normali, la quantità di zucchero nel sangue immagazzinato notevolmente sicuro dall'ormone insulina. Il diabete risulta dalla mancanza di (o incapacità di citare) insulina, che permette troppo zucchero di accumularsi nel flusso di sangue, lasciato incustodito, questo potrebbe essere una condanna a morte, ma naturalmente può essere trattato che il trattamento di insulina e una dieta attentamente controllata. Anche con tale terapia, tuttavia, i problemi di invecchiamento avvengono prima.

Buono a sapersi

Cerami poi collega Ronald J. Koenig, ha scoperto che le molecole di proteine, che costituiscono parte della costruzione delle cellule, può essere profondamente influenzato dal livello di glucosio elevato nel sangue dei diabetici. Nel corso di una settimana, alcune molecole di zucchero si combinano con alcune delle molecole di proteine per formare "prodotti finali di glicosilazione avanzata", o AGE. Le particelle AGE a loro volta si comportano come colla, attaccando alcune delle altre molecole proteiche insieme in una routine di lavoro reticolo rigido noto come cross-linking.

Quando le proteine si raggruppano in questo modo, possono intasare le arterie; offuscare la vista, danneggiare i polmoni e i reni - condizioni frequentemente associate all'invecchiamento. È successo a Cerami che lo zucchero può avere un potenziale distruttivo nei corpi dei non diabetici, anche. Poiché le proteine influenzate dal glucosio giocano un ruolo nei disturbi associati all'età per i quali il parassita è in pericolo all'inizio della vita, potrebbero avere un ruolo proprio nella stessa identica malattia quando si presentano più tardi. Cerami ha iniziato ad esaminare le proteine più longeve dei non diabetici per cercare segni della procedura. Tra queste proteine ci sono quelle che compongono il cristallino dell'occhio.

Comprendiamolo

Quando Cerami imbeveva queste proteine cristalline in una soluzione di zucchero, la miscela diventava opaca (simile a una lente con una cataratta) e le proteine si raggruppavano. Era la reazione di imbrunimento da capo, e ha portato Cerami a pensare che le cataratte si formano con il supporto del glucosio. Le ricerche preliminari di molti centri in America e in Gran Bretagna sembrano confermare il legame tra contratti e zucchero e invecchiamento della pelle.

L'epidemiologo Paul F. Jacques, nel centro di ricerca sulla nutrizione umana dell'USDA di nuovo a Boston, ha dimostrato in studi preliminari che il galattosio, derivato dallo zucchero nel latte, può giocare un ruolo nella progressione della cataratta, Di per sé, il galattosio è dannoso per la lente dell'occhio, ma è normalmente metabolizzato rapidamente dall'enzima. Nelle persone che sono carenti in questo enzima, Jacques trovato, questo processo di conversione è rallentato, alla fine causando la cataratta.

Ulteriori collegamenti con l'invecchiamento dello zucchero provengono dallo studio di Cerami sull'idratazione. Il collagene è la proteina più abbondante del corpo. Si trova nell'epidermide e nella maggior parte dei tessuti connettivi, e serve a "incollare" le cellule. Quando il collagene invecchia, diventa rigido - come tutti noi. Cerami ha iniziato, incubando le fibre tendinee dei ratti in varie soluzioni di zucchero per scoprire se il glucosio può causare legami incrociati nel collagene. Lo ha fatto e le fibre del tendine si sono irrigidite e si sono rotte più facilmente quando sono state allungate.

Effetti dello zucchero

A causa dello zucchero, le fibre tendinee dei ratti sono diventate simili a quelle del ratto anziano. Ancora una volta, la risposta proteica del glucosio aveva accelerato la procedura di invecchiamento. I risultati di Cerami sono stati rafforzati da quelli di Vincent M. Monnier, professore associato di patologia alla Case Western Reserve University di Cleveland. Monnier ha scoperto che i centenari hanno fino a dieci volte più figli di zucchero, suggerendo che il glucosio gioca davvero un ruolo integrale nell'invecchiamento. Altro possibile legame con l'invecchiamento: Ceremi ritiene che lo zucchero indurito collagene può intrappolare il colesterolo sulle pareti di coaguli di sangue, causando aterosclerosi, o indurimento delle arterie. E lui e il collaboratore di laboratorio Richard Bucala, hanno recentemente iniziato a esplorare la possibilità che il glucosio, reagendo con il DNA causare mutazioni genetiche che possono provocare il cancro.

Dice Cerami. Era plausibile che gli AGE potessero raccogliersi sul DNA, con conseguente alterazione del materiale genetico. Così, le cellule danneggiate potrebbero non essere in grado di riparare correttamente o replicarsi. Il sistema immunitario potrebbe anche essere influenzato dalle mutazioni indotte dallo zucchero, minando la sua capacità di mantenere sotto controllo le cellule cancerose. Cerami e altri ricercatori hanno scoperto che gli AGE possono effettivamente causare mutazioni nel DNA batterico. Il prossimo punto all'ordine del giorno della ricerca è l'analisi delle cellule di mammiferi in coltura per scoprire se si verificano esattamente questi tipi di cambiamenti nel materiale genetico.

Prevenzione

Cosa si potrebbe fare per proteggersi dalla distruzione operata dalla reazione di imbrunimento nel corpo? Un suggerimento provvisorio è quello di limitare l'assunzione di zucchero nella dieta. Ma poiché quasi tutto il cibo viene infine convertito dal corpo in zucchero, questo può essere davvero efficace? Lo studio è difficilmente conclusivo; tuttavia, alcuni scienziati dicono che potrebbe esserlo. I ricercatori britannici Anna Furth, biologa della Open University, e John Harding, del dipartimento di oftalmologia dell'Università di Oxford, suggeriscono che i pesanti livelli di zucchero possono avere un impatto negativo anche sulle persone non diabetiche. Quando prendiamo una barretta di zucchero, la quantità di zucchero nel sangue aumenta bruscamente e l'insulina fa fatica a gestirlo.

Un'improvvisa ondata di zucchero nel sangue (sia da quella barretta di cioccolato che da un bicchiere di succo d'arancia - ricordate, la frutta include fruttosio, che è, ovviamente, zucchero!) Inizia la reazione di imbrunimento che causa il legame incrociato delle proteine. Sulla base di una ricerca preliminare, i ricercatori ritengono che l'aspirina e l'aspirina possano aiutare a proteggere le molecole proteiche dallo zucchero predatore - anche se è chiaramente troppo presto per tradurre questo concetto in azione. Forse tra i modi migliori per proteggerti, dicono, sarebbe quello di prendere i carboidrati come parte di un pasto misto con proteine, fibre e grassi e nessun granchio spuntino su uno stomaco giovane.

Nota finale

Se si sta cercando di prevenire quel "brusco afflusso di zucchero" che lo studio Furth e Harding pensa possa ostacolare il cross linking proteico coinvolto con l'invecchiamento, un buon cibo, come una banana, sarà assorbito nel flusso sanguigno più lentamente di un liquido, come un bicchiere di succo d'arancia. Inoltre, nota che gli zuccheri consumati da questi (per esempio le caramelle dure) sono assorbiti più rapidamente degli amidi presi indipendentemente, perché la struttura chimica dell'amido è molto più complessa. La tua migliore scommessa anti-invecchiamento potrebbe essere quella di prendere l'abitudine di consumare zuccheri e amidi come parte di un pasto completo che abbia anche grassi, proteine e soprattutto fibre. Un bicchiere di succo d'arancia a stomaco vuoto diventa zucchero nel flusso sanguigno in appena un minuto; mentre un pasto bilanciato di nutrienti richiede alcune ore per essere digerito, prolungando così l'assorbimento dello zucchero.