Il Reiki può curare la depressione?

I Reiki Masters pensano che il pensiero sia energia che vibra ad una frequenza molto grande mentre il corpo è energia che vibra ad una frequenza più bassa. Le vibrazioni producono azioni e le attività producono reazioni a livelli di frequenza sempre più grandi con un effetto a catena! Mentre le idee positive sono universalmente riconosciute per manifestarsi come salute, le idee negative sono ritenute produrre malattia o mancanza di semplicità.

Salute mentale

La malattia mentale si manifesta come depressione, psicosi depressiva, mania o anche schizofrenia. Trattare la depressione con Reiki sta rapidamente diventando un'alternativa popolare ai farmaci moderni. Il Reiki tratta la malinconia come energia negativa. L'energia negativa si manifesta nel grado dell'aura come squilibrio nei Chakra o centri energetici ed è visibile al praticante Reiki come macchie grigie o nere dall'aria.

Lo squilibrio dei centri energetici provoca reazioni a livello concreto, poiché il centro energetico governa la malattia o la salute degli organi e delle ghiandole endocrine che si trovano nel suo ambito. I Chakra che di solito sono bloccati in una persona depressa sono il chakra della radice, il chakra navale, e in qualche misura il chakra del plesso solare, che fa parte del gruppo centrale. Il chakra della radice àncora l'individuo alla terra. Rappresenta la volontà fisica ed è connesso con la colonna vertebrale, le ossa, le unghie, i denti, l'ano, il retto, il colon, la ghiandola prostrata, il sangue e la costruzione delle cellule.

Le ghiandole surrenali, che producono adrenalina e influenzano la temperatura corporea, sono regolate dallo stato del chakra della radice. L'individuo il cui chakra della radice è fuori equilibrio non può accettare la vita o godere della presenza fisica. L'energia creativa di un tale uomo o donna è bassa e l'espressione di sé non è considerata necessaria. L'individuo avrà la tendenza a indulgere eccessivamente in piaceri sensuali come la sovralimentazione, l'alcol, il sesso ecc. Lui o lei diventa egoista, egocentrico.

Rischi

Physically the individual becomes obese and suffers from constipation. When challenged the individual gets irritable, aggressive, angry, violent and exhibits a complete lack of confidence. If the Chakra is completely blocked the individual will lack physical and psychological stamina and will be full of feelings of uncertainty. The Naval Chakra is the reproductive and creative center of the being. It’s connected with the pelvic girdle, kidneys, bladder and all fluids like blood, lymph, gastric juices as well as the regulation of the female menstrual cycle.

Le ghiandole associate a questo chakra sono il prostrato, le gonadi, le ovaie e i testicoli. Se questo centro energetico è occupato e libero da cubi, l'individuo mostra libertà nell'espressione di sé e lo stile di vita appare intrigante. Le relazioni interpersonali sono considerate belle. Un chakra disarmonico induce l'individuo a spegnere i messaggi sensuali e a mostrare bassa autostima, paralisi psicologica e freddezza sessuale. La vita non sembra degna di essere vissuta e si manifestano tendenze suicide.

Chakra del plesso solare

Il Chakra del plesso solare è il centro energetico dell'essere. Un Chakra armonioso dà all'individuo la sensazione di avere il potere di plasmare le cose. È collegato con la parte bassa della schiena, lo stomaco, il tratto digestivo, lo stomaco, il fegato, la milza, la cistifellea e il sistema nervoso automatico. L'organo governato da questo Chakra è il Pancreas.

Il corpo assorbe l'energia solare attraverso questo chakra. Questo nutre il corpo etereo e dà energia e mantiene il corpo. Anche l'energia emozionale è governata da questo Chakra. I tratti della personalità e le identità sociali sono determinate da esso. Essendo situato tra il chakra superiore e quello inferiore, ha lo scopo aggiuntivo di purificare gli istinti fondamentali e di dirigere l'energia creativa verso i valori più alti della vita.

Corpo astrale

Inoltre è collegato al corpo astrale e ci aiuta a integrare armoniosamente i nostri sentimenti, le esperienze e i sogni. Un chakra del plesso solare bloccato priva la persona della voglia di vivere. L'individuo si sente cupo, squilibrato e lunatico. Le vibrazioni negative hanno un impatto sulla persona attraverso questo chakra. L'individuo è irrequieto e cerca di manipolare tutto in vista dei propri desideri. C'è una sensazione persistente di inadeguatezza, che lo costringe ad un'attività incessante. L'individuo si sente facilmente minacciato e si sente abbattuto e frustrato.

L'individuo insiste sul fatto che gli ostacoli gli impediscono di realizzare i veri obiettivi della vita. È evidente che gli indicatori di un individuo in preda alla depressione acuta sono tanto fisici quanto emotivi e psicologici. Esisterà un blocco al chakra della radice, al chakra navale e al chakra del plesso solare. Le energie creative dell'individuo saranno al minimo storico e l'individuo eviterà le situazioni in cui lui o lei deve dare espressione ai propri sentimenti. E' auto indulgente, egoista, egocentrico e soffre di un gran numero di disturbi legati all'intestino e ha una propensione a mettere su peso. Lui o lei mancherà di resistenza fisica e sarà lunatico, irritabile, sulla difensiva e aggressivo. Non avrà alcun interesse per la vita e si rifiuterà di interagire. In casi estremi tenterà il suicidio.

Esempio

La signora L., una donna obesa (pesava 180 kg), non usciva dalla porta di casa da dieci decenni. Era convinta di non poter camminare senza assistenza e che sarebbe caduta se ci avesse provato. Passava intere giornate in casa, rifiutandosi di parlare con i visitatori. Aveva un bisogno compulsivo di mangiare e cucinava e mangiava enormi quantità di pollo, carne e uova in momenti strani della giornata.

She’d attempted anti depressant drugs and other procedures of therapy that included Homeopathy, acupressure, acupuncture and anything which was recommended to her by her sister and brother in law. She was convinced she had been born unlucky and she would never be ordinary again. She would start a remedy with lukewarm enthusiasm, but would soon slip into lethargy and refuse to proceed with the treatment.

Quando la signora L. era conosciuta per il Reiki, si era convinta che non le restava molto da vivere e aveva detto a sua sorella di non essere sorpresa se un giorno l'avesse scoperta morta. Sua sorella - allertata - si precipitò alla clinica di Reiki per un sostegno.

Giorno 1

Dato che l'individuo non sarebbe venuto in clinica, decisi di fare una visita alla sua abitazione. Era evidente dalla postura della signora L. che era stata in preda ad una depressione acuta. Era seduta su un divano con i piedi su uno sgabello. Il suo corpo era flaccido, la testa china e le spalle cadenti. Le sue braccia giacevano senza vita sui fianchi. Sembrava persa nel mondo e non alzò nemmeno lo sguardo quando entrammo nella stanza.

Si limitava a sollevare gli occhi per guardarci senza eccitazione quando le si parlava. Una scansione dell'aura rivelò che il suo chakra della radice e il chakra dell'ombelico erano completamente bloccati e il chakra del plesso solare era parzialmente bloccato. Con molta persuasione da parte della sorella e della sorella, si alzò e andò a sdraiarsi sul letto. Ho notato che usava il girello anche se era perfettamente in grado di camminare senza. Sembrava aggrapparsi ad esso come un mezzo di sostegno. Continuai a chiacchierare in generale mentre iniziavo il trattamento. Lei continuava a guardare il soffitto con aria assente. Dopo un po' di tempo, cominciò a prestare un po' più di attenzione.

Her muscles would twitch and she lifted her head to see what we’re doing. She called her sister asked her if we had been using some substances as she had been feeling some heat where my hand rested. When she was assured that no chemicals were being used, she awakened once more into indifference. Slowly and visibly she started to relax. She soon fell into a deep sleep and started to snore. As the round of treatment was finished, we let her sleep.

Giorno 2

La signora L. mi stava aspettando. Sembrava rilassata e calma. Su richiesta, ha risposto: "Ho dormito profondamente e senza sogni per la prima volta. Mi sento bene". Poi andò volontariamente a sdraiarsi sul suo letto. Dopo aver chiacchierato con lei per un po' su vari argomenti (non ha risposto), ho iniziato il trattamento.

Mentre eseguivo il Reiki, io continuavo a parlare e la signora L. rispondeva a monosillabi alle domande che le venivano poste. Alla fine dell'ora ha commentato: "Mi sono sentito bene".

Giorno 3

Mrs. L was prepared for me. She had been lying down and excited to begin the treatment. She started to discuss the weather constantly keeping an eye on me. When I agreed that it was sexy, she started telling me how the heat was affecting her and the way she couldn’t eat as much as she used to. I made sympathetic noises to promote her.

Sembrava sentirsi rassicurata e si apriva - quasi come se avesse parlato a se stessa e a volte mi avesse fatto una domanda. Poi, il suo tono cambiò e divenne più personale ed emotivo. Versò i suoi sentimenti. Insistette che era stata piuttosto depressa perché Dio le aveva portato via il marito e i suoi figli erano volati via in terre lontane e nessuno si curava di lei. Disse che aveva odiato Dio nel giorno in cui le aveva portato via il marito e che non era andata in chiesa né aveva pianto per molto tempo. Poiché era stata molto religiosa, si sentiva in colpa per aver abbandonato Dio, ma lei lo odiava e non aveva bisogno di supplicarlo. Poi cominciò a piangere e a inveire contro Dio, esclamando che non avrebbe dovuto farlo! Questo sfogo emotivo durò per quasi un'ora, durante la quale continuai il trattamento, imperturbabile. Alla fine, esausta dalle emozioni e rilassata dal Reiki, la signora L. si addormentò.

Giorno 4

La signora L. mi stava aspettando, un po' vergognosa e diffidente. L'ha salutata con un provocatorio "Mi sono lasciata trasportare un po' ieri. Mi dispiace". Le ho assicurato che era tutto a posto e che non doveva trattenere le sue emozioni e che non mi dispiace che parli con me. Poi mi ha chiesto un po' sospettosamente: "Pensi che il tuo trattamento mi stia rendendo squilibrata? Credi che Dio sia cattivo? No". Poi mi ha chiesto: "Pensi che devo cominciare a pregarlo? Pensi che ascolterà le mie preghiere ora? Ho abusato di lui! Sì, dovresti. Dio è estremamente indulgente ed è sempre contento di accogliere i suoi figli, per quanto abusivi essi siano stati!

 

Questo articolo è stato utile?

Articoli correlati