Proibizione dell'alcool?

Non c'è assolutamente alcun dubbio che un problema chimico possa essere la cosa peggiore nella vita di qualcuno. Può creare uno stile di vita che è fisicamente ed emotivamente malsano. Qualcuno che è dipendente dalle droghe ha il seguente problema: inseguendo i suoi bisogni, le sue necessità, le sue voglie e le sue pulsioni, ascoltando le sue richieste, trascura se stesso.

Dipendenze

Alimentando le loro indulgenze, le persone che hanno una dipendenza chimica semplicemente peggiorano la loro particolare condizione. Alcune droghe, come l'eroina, la cocaina e la metanfetamina, danno abbastanza dipendenza da eccitare il furto e altri atti moralmente riprovevoli, ma ci sono altrettanti casi in cui tali sostanze chimiche inducono le persone a fare lavori che odiano per soddisfare il loro desiderio. In ogni caso, la persona inizia a sacrificare la sua anima solo per godere del suo sballo.

Invece di essere una tavolozza multicolore di esperienze, la vita diventa una corsa senza fine per mantenere uno stato di ininterrotta e completa ebbrezza. Alcune persone possono essere agganciate pur mantenendo un'esistenza etica e colta. Altri che soffrono di dipendenza da sostanze, invece, hanno un solo significato per la loro vita. Dato che ho scritto molto sulle droghe e sui loro effetti positivi sull'umanità, è giusto che io fornisca il mio punto di vista sulla dipendenza. Sembra essere la ragione principale dell'attuale proibizione delle sostanze intossicanti.

Comprendiamolo

Se non dovessi trattare la questione della dipendenza chimica, semplicemente non sarebbe giusto per i miei avversari nel dibattito sulle droghe. La loro argomentazione è la seguente: la dipendenza dalle droghe ha generato così tanto dolore e angoscia, che il nostro unico ricorso come cittadini intelligenti e responsabili è di proibire tutti i materiali che inebriano il consumatore. Il sistema legale americano, nella sua forma attuale, è il miglior persecutore del consumatore di droga.

Nei suoi sforzi per soffocare l'epidemia di droga, il governo conduce la sua guerra alla droga. L'atteggiamento prevalente tra la classe dirigente è che qualsiasi cosa deve essere fatta per fermare questa minaccia alla società. Nonostante io sia d'accordo con i miei oppositori sul fatto che la tossicodipendenza è reale, che infetta una parte considerevole della società ed è dannosa, non sono d'accordo con i loro metodi per risolvere questo problema. Se qualcuno scopre che una persona cara è dipendente dalla droga, l'ultima cosa che farebbe è chiamare la polizia per arrestare quella persona.

Tossicodipendenza

I tossicodipendenti soffrono di un problema personale, non molto diverso da chi è dipendente dal gioco d'azzardo o da chi ha problemi di controllo della rabbia, o da chi non riesce a smettere di fumare le sigarette. Oggi lo stato arresta le persone perché hanno questi problemi personali. Il governo li inserisce in una popolazione di stupratori e assassini, con l'assurda idea che una volta rientrati nella società, saranno "riabilitati".

Per curare coloro che soffrono di alcolismo, ci sono gruppi di sostegno, terapia psicologica, e una ricchezza di dipendenti altamente qualificati. Questi sono i metodi che incoraggiamo per aiutare coloro che hanno qualsiasi problema personale. È solo affrontando il problema e trattandolo direttamente che possiamo effettivamente raggiungere una soluzione alle nostre difficoltà emotive. Sapendo questo, è nostra responsabilità come società promuovere questo modo di trattare la tossicodipendenza.

Ricorda

Ma la nostra nazione è uno stato coercitivo - governa con la forza e il potere, che alla fine si traducono in violenza. I membri debitamente eletti della nostra istituzione provano una gioia a far oscillare il loro martello. Se è un'idea brillante imprigionare le persone che soffrono di dipendenza, allora perché non imporre le stesse sentenze a coloro che fumano sigarette, o agli individui che inavvertitamente scivolano sul loro programma di dieta? Perché non riportare il proibizionismo sull'alcool? Sono sicuro che gli agenti di polizia che fanno irruzione nei coltivatori di marijuana medica sarebbero certamente felici di fare un'irruzione negli Alcolisti Anonimi.

Quando la dipendenza farmacologica di un individuo gli fa perdere il controllo della maggior parte della vita, la cosa migliore che potrebbe fare per se stesso è smettere di usare la droga. La cosa peggiore in assoluto che potrebbe accadere loro sarebbe il carcere. I conservatori sostengono ancora la teoria "potere uguale forza". Il paese ha un esercito di agenti di polizia per sottomettere la popolazione.

Punizione?

Minacciando questo tipo di punizione sulla gente, la gente può essere costretta ad astenersi dalla droga, immunizzandola finalmente dalla dipendenza e dalle sue orribili conseguenze sulla salute. Gli animali sono addestrati esattamente allo stesso modo, con un sistema di premi e punizioni, per promuovere o scoraggiare un certo comportamento. Questo non è qualcosa di nuovo: l'ordine stabilito che cerca il controllo sociale trattando il popolo come pecore.

Il semplice fatto è che gli esseri umani non sono abbastanza facili da essere costretti da minacce o controllati da ricompense. Questo tipo di autorità coercitiva genera i cittadini perfetti del Terzo Reich: persone che sono pronte a trasformare i sogni del loro leader in realtà, indipendentemente dal loro particolare prezzo personale o sociale. Un problema psicologico semplicemente non può essere minacciato. Se vogliamo veramente riabilitare gli individui, renderli fiduciosi ed emotivamente un valore per gli altri, allora sicuramente non possiamo farlo con dei rischi. Se fosse così facile, potremmo solo minacciare l'alcolismo.

Vediamo...

Il nuovo messaggio della sentenza potrebbe essere questo: per poter guarire le persone dall'alcolismo, stiamo incarcerando tutti gli individui che si sono dimostrati colpevoli dell'uso di alcol. Imprigionando queste persone innocenti e malate, le stiamo riabilitando? La psicoterapia è una parte importante della riabilitazione. La consulenza e la terapia possono cambiare una persona; la aiutano a scoprire l'origine dei problemi, possono aiutarla ad eliminare quella fonte. Non è diverso quando si tratta di tossicodipendenza.

Alla fine, gli psicologi che trattano i tossicodipendenti si occupano anche di quelli che sono dipendenti dall'alcol - e questo potrebbe avere senso, perché anche l'alcol è una droga. Se il governo non imprigiona gli alcolisti, i giocatori d'azzardo cronici, i mangiatori eccessivi, i fumatori, gli omosessuali e gli artisti anticonformisti, allora diventa una contraddizione vivente quando imprigiona i tossicodipendenti. Il sistema mantiene uno standard ingiusto per la società. Tenta di punire quelle persone che usano sostanze chimiche per attingere alle parti inconsce dei nostri pensieri. È un'azione personale, qualcosa che non ha un impatto diretto sulle persone intorno a chi la usa.

Metterlo fuori legge equivale a vietare qualsiasi tipo di gusto benigno, che sia la religione, gli hobby, la dieta o il sostentamento. Ci sono culture particolari in cui il sostentamento è determinato dalla professione dei genitori, mentre l'oppio rimane il farmaco più popolare. Le persone nate in diverse aree del pianeta non sono poi così diverse da tutte le altre. Che si tratti di un divieto di droghe, o di una religione specifica, o di un tipo di opera d'arte, il problema è lo stesso: un governo che sta oltrepassando i suoi limiti nel "proteggere i suoi cittadini". E, proprio come in ogni altro caso di un governo che commette atti ingiusti, per cambiare le circostanze, dobbiamo infrangere la legge.

Trasgressori

Siamo dei trasgressori come Martin Luther King, ma penso che possiamo evolvere. Finché non potremo organizzare un "smoke-in" di un milione di uomini sul prato della Casa Bianca, non suggerisco a nessun individuo di usare droghe pubblicamente dove potrebbe essere arrestato. Nessuno con un po' di buon senso è a favore dell'arresto di individui dipendenti da droghe. Ma, pochi individui sono pronti ad accettare l'idea di "legalizzare le droghe". La teoria dietro la legalizzazione (o "decriminalizzazione"), tuttavia, è proprio questa: gli individui che vengono sorpresi con piccole quantità di qualsiasi sostanza controllata non saranno perseguiti, né saranno interrogati o molestati dalle forze dell'ordine.

Mentre c'è molta familiarità con chi è dipendente dalla droga, c'è poca simpatia per chi distribuisce queste sostanze. Lo spacciatore è guardato come colui che vende la tossina ai bambini della comunità. Gran parte dell'antipatia verso i venditori di sostanze chimiche è immeritata.

Conclusione

I venditori di marijuana e di droghe psichedeliche, per esempio, mantengono un alto codice etico, cosa che anche la DEA ha confessato. Gli spacciatori di eroina, cocaina e metanfetamina, come i loro clienti, sono meno sensibili e premurosi. Quello che molta gente non capisce è che la maggior parte dei commercianti sono essi stessi individui che hanno delle abitudini - fanno l'unica cosa che sanno come sopravvivere. Di nuovo, lo spacciatore esattamente come il tossicodipendente è solo una pedina in un gioco sociale molto più grande. Se la povertà non fosse così dilagante, se il capitalismo lasciasse intatti i ghetti, allora forse questo tipo di tragedie non dovrebbero essere sopportate.

 

Questo articolo è stato utile?

Articoli correlati