C'è una giovane ragazza in un campo fiorito a Cipro.

How To Heal Allergies from Within?

We’re responsible for everything in our lives.” “OK, Wayne,” I said,”I concur. Now what? How do I take responsibility for the chemistry in my body when my immune system is damaged? My immune system comprises compounds,” I reminded myself. “I am accountable for all those substances doing their job. What am I doing or not doing that is in charge of the compounds do their job? Chemicals.

Prodotti chimici

I am accountable for my chemicals. How do I take responsibility for all those chemicals? Chemicals? What mechanism activates the release of my chemicals? Ye gads! The brain. The brain sends messages to all systems within the body. I asked myself. “Allergies, allergies, allergy attack, allergy attack–am I getting somewhere? I’m being attacked by pollen–so? What’s the connection between allergy attacks and being an abused child? Allergy attack–allergy attack.” Days and weeks passed. When the body is attacked by something, the immune system immediately sends substances to resist the invasion. I lamented. “What can I do today? I’m responsible for the chemicals in my body,” I reminded myself.

Ho cominciato a considerare gli episodi di abuso fisico. Ho visto la figura minacciosa di mio padre venire verso di me con la faccia rossa, la mano alzata, imprecando e piangendo. Whack, la sua grande mano colpì il lato della mia mente. ATTACCO! Mio padre mi attaccò verbalmente e fisicamente. Ecco il collegamento! Attacco verbale/fisico dell'allergia: entrambi erano emersi nella mia mente come la stessa cosa. Per capire il costrutto fisiologico e psicologico, bisogna accettare il fatto che il corpo fisico e la mente sono intrecciati. Uno non è diverso dall'altro.

Sviluppo dell'allergia

Per capire lo sviluppo degli attacchi di allergia con attacchi fisici o verbali nella mia mente, dovremo discernere la mia esperienza di bambino nella culla. I cinque sensi: l'udito, la vista, l'olfatto, il gusto e il tatto sono l'unico modo che un bambino ha per capire il suo mondo e comunicare. Tre dei cinque sensi sono attivati dal metodo come mio padre per calmare un bambino che ulula: Il bambino sente i passi del papà e, nel primo caso, suppone che qualcuno stia venendo a confortarla. Lo shock di questa voce forte (udito) e di questa pacca difficile (tatto) è risposto da una restrizione nell'urlare (respirazione) -respirazione e odore sono sinonimi.

The shock of the loud voice and bodily effect has knocked the breath out of the baby. When the baby’s adrenal system reactivates breathing, the baby breathes in the smell of cows grain and hair odor, which permeates the dad’s clothes. In several cases, the mother responds to the crying baby nonetheless, the infant can’t differentiate when the mother or father will react. Therefore, the baby soon admits the footsteps of their father, but has no way to escape. Her fight and flight mechanics is triggered, and compounds surge through her body requiring extra oxygen because her heart rate and breathing increase.

Mentre cerca di far entrare l'ossigeno, contemporaneamente costringe il suo pianto; entrambi sono in conflitto tra loro. Questo provoca un gonfiore nel sistema bronchiale, ed è così che si scatena l'asma: il passaggio bronchiale limitato. Nonostante ciò, gli esseri umani si sono evoluti con immunità ai componenti che sono comuni all'ambiente.

Sistema immunitario

Con rare eccezioni, il sistema immunitario umano, come sistema funzionante, è sufficiente a proteggere l'organismo. In un'esperienza come la mia, la mente del bambino è stata impressa attraverso tre dei cinque sensi. Questo lascia un effetto potente. Come nel mio caso, gli aromi del grano e del pelo del bestiame sono associati alla paura e all'impossibilità di respirare. Così, la mia asma/allergia è diventata una risposta fisica alla paura, all'angoscia e alla sensazione associata a qualsiasi odore forte. Ricordo di aver sperimentato attacchi d'asma quando mi aspettavo una situazione stressante con mio padre o quando mi aggrediva verbalmente.

Ascoltando le mie sensazioni precedenti e osservando le mie risposte, ho riconosciuto la realtà che il mio sistema immunitario era danneggiato. I medici mi dissero anche che il mio sistema immunitario non aveva avuto successo, ma lo attribuirono a un semplice fatto di genetica fluke, cosa che dovevo accettare. Accettai doverosamente il mio destino; dopo tutto, i medici conoscono il corpo umano e sono dei guaritori - loro capiscono meglio.

Il passo successivo, ho iniziato a celebrare le mie reazioni corporee ogni volta che ho iniziato ad avere reazioni allergiche. Ho osservato e osservato. Un giorno ho scoperto una sensazione corporea molto sottile, così sottile che a malapena mi accorgevo della sua esistenza. La sensazione corporea era così debole e lontana. La catturai a malapena. Il mio battito cardiaco sembrava così fermo. Era molto debole. Ho preso il mio battito cardiaco e ho avuto difficoltà a trovarlo. Ho continuato a sentire e ad osservare la risposta del mio corpo agli odori. Perbacco! L'idea mi venne in mente.

Il mio comando di lotta-fuga non veniva attivato. Invece, stavo dicendo al mio metodo di lotta-fuga di chiudersi. COSA? Il meccanismo di lotta-fuga è essenziale per la sopravvivenza di questa macchina. Avevo detto al mio di chiudersi. I miei pensieri sono poi tornati all'episodio in cui mio padre ha tentato di inseguirmi con il cavallo. Mi resi conto che quello era il momento in cui avevo chiuso il mio sistema di lotta-fuga più di quanto fosse chiuso. Il mio cuore si è fermato quando il cavallo si è fermato di fronte a me, con il suo alito caldo che mi soffiava in testa.

From there on, I remember not feeling the pain when my dad hit me. I had been completely shut down. As the days passed, I continued to listen to and observe my breathing. As I discovered, I became conscious that I became lively when a sneeze was an allergic sneeze. The idea was,”There is not anything you can do, the pollen strikes and you’re in lots of pain and feel ill and can barely function, but it only lasts a brief time. Withstand the pain–keep going–it will pass.” As a kid, I couldn’t fight or flee. Emotionally, to endure the physical and verbal attacks, I became lively by telling myself,”The best strategy is to do nothing.” This thought process subconsciously blocked the transference of survival compounds to protect my system from risk. When the compounds were sent, I could feel the bone-chilling pain before and after the attack. I did not enjoy this pain and, therefore, instructed myself to close down.

Eureka!

I had trained my mind to stop sending the basic fight-flight substances used to protect the system. Of course the doctor gave me adrenaline shots when my natural compounds didn’t work. Adrenaline is the significant compound the immune system sends to fight or flee. The next step was to track the messages I gave myself when I sneezed. The routine was consistent-I became very passive, so I could feel my senses shut down.

I miei muscoli si sono rilassati, nessuna emozione esteriore. Niente! Ho ascoltato, ascoltato e osservato. Dopo diversi anni in cui avevo detto al mio cervello di spegnersi, imparare a reagire non era semplice. Era così naturale chiudersi. Ciononostante, ho ascoltato e ogni volta che ho sentito che mi chiudevo, ho dato un comando per reagire. Ho visualizzato le sostanze chimiche che si precipitavano nel flusso sanguigno e in tutto il mio corpo. Ho praticato e praticato. Gradualmente, ho notato una differenza nella gravità e nella durata degli attacchi di allergia.

Arrivò la primavera del 1990 (una stagione solitamente difficile, dato che ero stato allergico ai pollini degli alberi e dell'erba): niente starnuti, niente occhi che lacrimano, niente tosse. Eureka! Ce l'ho fatta. Ce l'ho fatta! Questo era e rimane un successo fisico e mentale con ampie implicazioni. Volevo gridare dai tetti. Volevo dire a tutti -Funzioni di guarigione metafisica! Con ogni stagione pollinica che passa, sono stato progressivamente privo di allergie. Per tre decenni, è stato necessario che scegliessi consapevolmente di "ricordarmi" di combattere. Non devo avere una concentrazione totale. Inoltre, quando ho delle reazioni allergiche ai componenti fatti, non mi ritengo responsabile di generare il sistema immunitario per combattere.

Questo è il risultato di come il sistema immunitario protegge la macchina dai componenti naturali; quando mi sono ritenuto responsabile di eliminare tutte le reazioni allergiche, ho potuto impostare requisiti irrealistici e costituire un fallimento psicologico irrealistico anche. Una nota di avvertimento per chiunque possa credere che ho descritto questo processo come semplice e facile: è stato molto duro e ha richiesto attenzione, impegno e dedizione. Durante il periodo iniziale del recupero, qualsiasi distrazione causava una riduzione della concentrazione oltre che una riduzione dell'efficacia.

Parola finale

Questo era scoraggiante a volte e mi sentivo dire: "Vedi, non puoi davvero cambiare questo male, non sei come pensi di essere". Questa era un'illustrazione di tutte le cose negative e demoralizzanti che mio padre mi diceva. È successo a me, stavo permettendo alle parole degli altri di controllare ciò che potevo o non potevo realizzare ora, e sono diventato ancora più determinato.